Recensione del film Animali fantastici I crimini di Grindelwald: David Yates e JK Rowling consegnano ancora una volta

Il punto in cui Animali fantastici: I crimini di Grindelwald ottiene, e il massimo dei voti sia per JK Rowling che per il regista ricorrente di Harry Potter, David Yates, è nel mettere la loro immaginazione sullo schermo.











Valutazione:3fuori da5 Animali fantastici I crimini di Grindelwald

Recensione del film Animali fantastici: I crimini di Grindelwald: Gellert Grindelwald fa un ingresso impressionante – anche se nella forma di Johnny Depp, rimane essenzialmente Johnny Depp, ultra-sbiancato.

Il cast del film Animali fantastici: I crimini di Grindelwald: Eddie Redmayne, Jude Law, Johnny Depp, Zoe Kravitz, Ezra Miller, Dan Fogler, Alison Sudol, Katherine Waterston
Animali fantastici: I crimini di Grindelwald regista: David Yates
Classificazione del film Animali fantastici: I crimini di Grindelwald: 3 stelle



Per i veri credenti di Harry Potter (e stiamo parlando di una convinzione che dura sette libri, tre libri spin-off, otto film, una commedia e ora due prequel, con altri in arrivo), è rimasto solo un mistero duraturo. JK Rowling può ancora trarre un po' di magia da quella penna, ma si tratta davvero di Silente. Chi era, ed era - ehm, ehm - gay?

I crimini di Grindelwald avrebbe dovuto essere quel film per darci quella risposta. Il primo arriva nella forma succosa di Jude Law. Il preside di Hogwarts avrebbe approvato questa scelta di una bella dignità (anche se con molti meno capelli) per interpretarlo nel suo io più giovane, e Law si lancia proprio in ciò che gli viene richiesto. Tranne che anche Law deve sforzarsi quando si tratta di quei soldi sparati sulla grande rivelazione dei suoi veri sentimenti per Grindelwald. Da adolescenti, Silente e Grindelwald non condividono altro che sangue – quasi comicamente – e per quanto riguarda le parole, tutto ciò che viene lasciato intendere è che erano più che fratelli.



Bene, ci sono altri tre film in programma, proprio in questa serie di Animali fantastici, e potremmo ancora ottenere quella risposta. Tuttavia, la scena sopra riflette tutto ciò che è sbagliato nel cercare di allungare troppo una cosa buona.

Mentre Hogwarts fa la sua apparizione, I crimini di Grindelwald è molto lontano da quel mondo di innocenza minacciato dai crimini del passato. I pericoli qui, disegnando parallelismi con l'attuale atmosfera di xenofobia e megalomania, sono più presenti e, nonostante tutti i tentativi del film, piuttosto confusi. I mondi della magia e del non-magia continuano ad incrociarsi, e non ci resta che capire dove e quando.

Il punto in cui il film segna, e il massimo dei voti sia per la Rowling che per il regista ricorrente di Harry Potter, Yates, è nel mettere la loro immaginazione sullo schermo. Ci sono diverse bestie fantastiche qui, a terra, in aria, in acqua, e la maggior parte di esse lascia a bocca aperta. Grindelwald fa un ingresso impressionante – anche se nelle sembianze di Johnny Depp, rimane essenzialmente Johnny Depp, ultra-sbiancato. Ezra Miller nei panni di Credence, il ragazzo per il quale stanno tutti litigando, conferisce un'aura più inquietante, e la scena in cui va alla ricerca di sua madre è destinata a far venire i brividi. Zoe Kravtiz, che non ha bisogno di una bacchetta per lanciare un incantesimo, è sprecata in un ruolo che le impone di gemere e gemere per qualche motivo di cui non siamo del tutto sicuri.

Eddie Redmayne ritorna nei panni di Newt Sacamander e continua a interpretarlo come il tizio timido, con i capelli lunghi e la testa inclinata che ci si aspetta e di cui ci si stanca.

Anche altre persone tornano da Animali fantastici I, e rimaniamo grati soprattutto per Sudol. È l'unica a interpretarlo come se non fosse a conoscenza dell'intero fardello del franchise di Harry Potter. Da queste parti, è quanto di meglio si possa.

Articoli Più






Categoria

  • TV e cinema
  • Public Health England
  • Cattivi Vicini 2
  • Riguardo A Noi
  • Intrattenimento Altri
  • Lo Stagista

  • Messaggi Popolari