La serie spinoff di Boys in sviluppo su Amazon

La serie spin-off ruoterà attorno a un college gestito da Vought International, la losca corporazione dietro la maggior parte del male nella serie principale, che è esclusivamente per giovani super adulti.

The Boys stagione 2, lo spinoff dei ragazzi, i ragazzi,

The Boys è attualmente alla sua seconda stagione. (Foto: Amazon Studios)

Uno spin-off della serie di fumetti di Amazon The Boys è ufficialmente in fase di sviluppo. Craig Rosenberg scriverà l'episodio pilota e fungerà da showrunner.



La serie spin-off ruoterà attorno a un college gestito da Vought International, la losca corporazione dietro la maggior parte del male nella serie principale, che è esclusivamente per giovani super adulti.

La serie è descritta in parte come spettacolo universitario, in parte Hunger Games.



hum aapke hain kaun film

Secondo un comunicato ufficiale, lo spin-off sarà una serie irriverente e classificata R che esplora la vita dei Supe ormonali e competitivi mentre mettono alla prova i loro confini fisici, sessuali e morali, gareggiando per i migliori contratti nelle migliori città. . In parte spettacolo universitario, in parte Hunger Games, con tutto il cuore, la satira e la volgarità di The Boys.

The Boys è attualmente alla sua seconda stagione. È stato sviluppato da Eric Kripke ed è basato sull'omonima serie di fumetti di Garth Ennis e Darick Robertson. La serie mostra un mondo in cui i supereroi, con veri e propri superpoteri, sono reali, ma invece di essere simboli di nobiltà e bontà come la Justice League e i Vendicatori, sono diventati accecati dalla loro stessa celebrità. Entra nei Boys, un gruppo di vigilanti che hanno motivi personali per odiare i sovrintendenti e fanno tutto il possibile per abbatterli.

Leggi anche | Recensione della seconda stagione di The Boys: la serie di Karl Urban è un vero humdinger

La serie vede protagonisti Karl Urban, Jack Quaid, Antony Starr, Erin Moriarty, Dominique McElligott, Jessie T. Usher, Laz Alonso, Chace Crawford, Tomer Kapon, Karen Fukuhara, Nathan Mitchell, Elisabeth Shue, Colby Minifie, Aya Cash e Simon Pegg tra altri.